Il nostro Liceo classico internazionale raddoppia

Gentilissimi Genitori, Insegnanti, Exalunni ed Amici di Villa Flaminia,

ci siamo sempre detti che una cifra distintiva di ogni scuola lasalliana, e quindi della Nostra in particolare, è la qualità delle relazioni interpersonali e il rapporto familiare che dà senso al nostro “camminare insieme” a beneficio dei ragazzi che frequentano il nostro Istituto.

“Ci sentiamo come a casa nostra” si sente ripetere spesso. Valga come piccolo esempio il numero dei partecipanti al Campus estivo della Primaria: dopo soltanto due giorni dalla chiusura dell’anno scolastico ben 190 bambini “sono tornati a casa loro”, animando gli spazi della Scuola, con le loro garrule voci e il loro irrefrenabile desiderio di giocare e condividere la loro gioia con i coetanei e loro Animatori.

In questo clima di famiglia non potevamo non condividere con Voi un risultato eccezionale che premia il lavoro appassionato e competente di oltre due anni, nell’ambito della modernizzazione, dell’ innovazione didattica, della globalizzazione e apertura al sistema anglosassone, (University of Cambridge-International Examinations).

Le numerose adesioni al progetto Liceo classico Internazionale “Business & administration” hanno superato ogni più ottimistica previsione per cui, soprattutto per garantire un contesto didattico idoneo e favorevole, siamo felicemente costretti ad aprire due sezioni per il prossimo anno scolastico 2015-16.

La soddisfazione per il risultato raggiunto diventa, per educatori responsabili, impegno rinnovato a non deludere le attese e a conseguire quei livelli di eccellenza che la plurisecolare storia della Congregazione Lasalliana conferma anche a dimensione internazionale.

Il grazie sincero e fraterno, rivolto alle Famiglie che hanno espresso fiducia nel nostro progetto, lo estendiamo a tutti coloro che hanno contribuito, con il loro impegno e solidarietà, al conseguimento di questo risultato. Con i saluti più cordiali, auguriamo a tutti voi un meritato riposo estivo.

Il Direttore

Prof. Fr. Pio Rocca

Scarica il PDF

2015_N.7